MENU

Please select a language

Iscriviti alla nostra newsletter

Debic e Bargionale lanciano una nuova sfida a tutti i bartender e i baristi d’Italia. Dopo il successo dell’edizione precedente torna infatti Sweet&Shake Cup, il concorso che valorizza l’utilizzo della panna, montata e da montare, nella miscelazione. Sono due le categorie in cui è suddivisa questa seconda edizione, la prima, Sweet drink, prevede la rivisitazione in chiave liquida di un dessert, mentre per seconda categoria si chiede ai bartender di realizzare un Coffee mix, avente caffè e panna come elementi chiave.

 

La panna come punto di congiunzione tra pasticceria e mixology

Marco Pipp, vincitore della prima edizione di Sweet & Shake Cup nella categoria Sweet drink, si è cimentato per primo in questa nuova sfida creando due mix ad hoc. Ma non solo, anche Alessandro Comaschi, Pastry Culinary Advisor Debic, si è unito alle danze con due creazioni di pasticceria. Insieme ci hanno dato una dimostrazione pratica della versatilità della panna e di come questa possa essere un forte punto di congiunzione tra la pasticceria e la miscelazione, anche la nuova campagna di comunicazione Debic Diventa un Panna Tender ne è una dimostrazione. «Giocando con gli stessi ingredienti del cocktail si possono ottenere risultati molto interessanti - spiega Alessandro Comaschi -. E l’idea di proporre insieme una versione solida e liquida di un drink può essere un buono spunto su cui costruire una proposta di menu. Attenzione però a tenere presente il fattore tempo: mentre un cocktail viene consumato appena fatto, il dolce va costruito in modo che possa essere consumato anche a distanza di ore da quando è stato realizzato». Anche Marco Pipp è concorde circa la possibilità di creare un pairing tra cocktail e dessert: «Si potrebbe ad esempio costruire una variazione sul tema dell’abbinamento vino dolce più dessert - è la sua suggestione - sostituendo al vino dolce un cocktail che ne riproponga le caratteristiche aromatiche»


Per la categoria Sweet drink

Sweet drink: lasciatevi ispirare Marco Pipp ci propone There is no place like hoMa, un drink che prende ispirazione da un dolce danese, il Koldskål a base di panna e latte, e ha diversi punti di contatto in termini di ingredienti (caffè, il cioccolato, il pistacchio, la foglia d’oro e l’Amaro Montenegro) con la Sablè alle mandorle, realizzata dal Pastry Chef Alessandro Comaschi per l’occasione.


Per la nuova categoria Coffee mix

Coffee mix: ispirazione a base di caffè, Marco Pipp - la cui miscelazione si ispira al concetto di liquid kitchen - ha realizzato DEBI-(b.q.)Colada, una reinterpretazione della Piña Colada, richiamata già dalla forma del contenitore scelto per servirlo. Un cocktail dove il caffè (verde) è utilizzato insieme ad ananas e zenzero come ingrediente di un liquore home made e la panna spray viene usata per completare il drink, con l’aggiunta di un’aromatizzazione creata nebulizzandoci sopra un bitter a base di spezie. Questo cocktail trova delle affinità con il dolce di Alessandro Comaschi, Meringa francese al cocco con semi di sesamo, condividendo infatti molte delle sue componenti, come la Composta di ananas e lime affumicato, lo Streuzel al cocco e mandorla o la Ganache montata bahibe cocco e lemongrass.

 

Accetti la sfida?

Hai tempo fino al 26 novembre 2019 per cimentarti in questa nuova sfida e provare a vincere uno dei premi finali di 500,00 euro in attrezzatura professionale firmata RG. Visita la landing page presente sul sito di Bargiornale, leggi il regolamento, carica la tua ricetta scegliendo la categoria che più ti si addice e ricorda che dovrà essere presente almeno una delle quattro referenze messe a disposizione da Debic per la competizione: Panna Spray Zuccherata Debic, Panna Spray Non Zuccherata, Prima Blanca Debic e Culinaire Original Debic.